La ricerca sulle staminali permette la creazione del primo intestino umano. E la Chiesa continua ad opporsi ?


La rivisita Nature e l’ospedale pediatrico di Cincinnati, nell’Ohio annunciano la creazione del primo organo umano, interamente condotta in laboratorio.

I ricercatori del team di James Wells del Children’s Hospital Medical Center hanno realizzato, utilizzando un mix di cellule staminali adulte e cellule staminali embrionali, un intestino umano perfettamente funzionante e, idealmente, pronto alla sperimentazione per il trapianto in un bambino.

Il 12 dicembre, il team di scienziati del Dott. Wells ha pubblicato uno studio in cui si dimostra come sia possibile curare malattie gravissime a carico di individui sia adulti che  bambini. E’ il primo studio che dimostra come le cellule staminali umane pluripotenti possano essere strutturate in organi veri e propri e perfettamente funzionanti. Sono state utilizzate cellule staminali adulte riprogrammandole attraverso l’uso delle cellule staminali prelevate da embrioni umani. Dopo questa operazione, nell’arco di quattro settimane, il team ha verificato la creazione di tessuto fetale intestinale perfettamente funzionante e pronto a svilupparsi a dovere.

E’ un risultato straordinario perché porta speranza ai pazienti affetti da malattie potenzialmente mortali come il cancro. Le cellule staminali pluripotenti embrionali sono in grado di ricreare virtualmente qualsiasi tipo di tessuto e rappresentano una soluzione possibile alle sofferenze di milioni di pazienti affetti da malattie gravemente invalidanti. La ricerca rappresenta un vero e proprio punto di svolta perché consentirà, riporta il team del Dr. Wells nello studio, non solo la sperimentazione su tessuti in grado di riparare organi gravemente compromessi, ma anche di progettare medicine più efficaci. La sperimentazione sui trapianti deve ovviamente ancora avvenire, ma i risultati raggiunti rappresentano un importantissimo punto di partenza da cui altre equipe mediche in tutto il mondo possono partire per raggiungere nuovi risultati, altrettanto importanti per la medicina e – lo ricordiamo – per donare speranza a chi soffre.

Ce ne siamo già occupati su LidiMatematici, in Italia non solo la sperimentazione è rigidamente regolamentata (in pratica vietata), ma l’informazione ne parla molto poco. Non si può non osservare che ad opporsi fermamente alla sperimentazione sulle cellule staminali è proprio la Chiesa Cattolica.

E non possiamo fare altro che chiederci il perché.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scienza oggi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La ricerca sulle staminali permette la creazione del primo intestino umano. E la Chiesa continua ad opporsi ?

  1. Pingback: Ricostruite cellule di sinapsi da staminali umane. La ricerca dell’Università di Cambridge. | LidiMatematici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...