Lo spettacolo dell’Eclisse di Sole.


Il 2011 sembra essere iniziato con tutti i migliori auspici. Ieri mattina il cielo ci ha regalato uno degli spettacoli astronomici più belli da vedere senza una strumentazione complessa: una eclisse parziale di Sole.

Dalle 7:40, ora del centro Italia, e per 3 ore circa con massimo intorno alle 9:10 del mattino, sorella Luna ha “impallato” fratello Sole coprendolo per ben il 62%. Una grande emozione che, è bene ricordare, va vissuta sempre indossando occhiali di protezione e mai guardando il Sole direttamente.

Il ciclo delle eclissi si ripete con periodicità fissata: esattamente ogni 18 anni e 10 giorni Terra, Luna e Sole tornano ad occupare la stessa posizione relativa. La prima testimonianza storica del ciclo delle eclissi si ha in delle tavolette di argilla risalenti nientemeno che a 2.500 fa. I Caldei, che ritrovarono presumibilmente queste preziose testimonianze di meccanica celeste, chiamarono il ciclo delle eclissi Ciclo di Saros.

Per effetto della conservazione dell’energia, in particolare del momento della quantità di moto, tutti gli oggetti del sistema solare si muovono più o meno sullo stesso piano, il che vuol dire che, visti dalla terra, hanno un moto che procede lungo una linea. Questa linea immaginaria non a caso è detta eclittica, proprio per il fatto che ospita le eclissi di Sole e Luna.

Di tanto in tanto, i pianeti si ritrovano in linea dando luogo ad eventi spettacolari. Quando questo allineamento avviene tra i pianeti va sotto il nome di congiunzione, quando invece avviene tra Terra, Sole e Luna va sotto il nome di eclissi.

Si ha una eclissi di Sole quando la Luna si frappone fra Terra e Sole, mentre si ha una eclissi di Luna quando è la Terra a frapporsi tra Sole e Luna. Nel secondo caso  la Luna cambia colore per via del cono d’ombra proiettato dal nostro pianeta.

Le eclissi di Sole sono particolarmente spettacolari perché, per una incredibile serie di coincidenze, la dimensione angolare della Luna, vista dalla terra, è praticamente uguale a quella del Sole. Con il risultato netto che la Luna, pur essendo a “soli” 380 mila Km dalla Terra, “impalla” esattamente il disco del Sole, che è molto più grande e dista ben 150 milioni di Km.

In LidiMatematici non ci siamo, ovviamente, fatti sfuggire l’occasione e vi proponiamo un video con i momenti salienti dell’eclisse di Sole del 4 gennaio, ripresa da Roma.

LidiMatematici va in pausa, e riprende il 10 gennaio.

Importante nota per la sicurezzaNon usare mai binocoli o telescopi per guardare il sole direttamente, si rischiano danni immediati e irreversibili alla vista.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Redazionale e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...