Referendum 12 e 13 giugno: la privatizzazione dell’acqua


Il 12 e 13 giugno il popolo italiano è chiamato ad esprimersi su tre temi referendari di cruciale importanza:

  • la privatizzazione dei servizi pubblici di erogazione dell’acqua
  • il legittimo impedimento
  • la produzione di energia nucleare

In LidiMatematici siamo fermamente convinti che una cittadinanza consapevole si possa realizzare solamente attraverso la conoscenza e, quindi, una corretta informazione. Dedicheremo qiundi i post di questa settimana ai tre quesiti referendari, ad iniziare con i 2 quesiti relativi alla privatizzazione dei servizi pubblici di erogazione dell’acqua.

Il primo quesito recita:

Volete voi che sia abrogato l’art. 23 bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) del decreto legge 25 giugno 2008 n.112 “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria” convertito, con modificazioni, in legge 6 agosto 2008, n.133, come modificato dall’art.30, comma 26 della legge 23 luglio 2009, n.99 recante “Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia” e dall’art.15 del decreto legge 25 settembre 2009, n.135, recante “Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della corte di giustizia della Comunità europea” convertito, con modificazioni, in legge 20 novembre 2009, n.166, nel testo risultante a seguito della sentenza n.325 del 2010 della Corte costituzionale?

Votando SI a questo quesito si abrogano (cioé si cancellano) i 12 commi dell’art. 23 bis, approvati dal Governo Berlusconi, che consentono di affidare il servizio di gestione del servizio idrico a società private, attraverso un apposito bando di gara. La legge impone che il soggetto che si propone come gestore debba essere basato su capitale privato per almeno il 40%. Votando SI, quindi, si blocca la norma che consente l’affidamento del servizio di erogazione ad enti privati, mantenendo quindi pubblico questo servizio. Votare NO a questo requisito vuol dire acconsentire che l’acqua venga erogata da enti privati.

Il secondo quesito recita:

“Volete voi che sia abrogato – Art. 154, comma 1 (Tariffa del servizio idrico integrato) del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 “Norme in materia ambientale”, limitatamente alla seguente parte: “dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito”?”

Votando SI a questo requisito si abroga, cioé si cancella, il comma 1 dell’art. 154 del Decreto Legislativo n. 152/2006, approvato durante l’ultimo Governo Prodi. Il comma 1 prevede che la tariffa per il servizio idrico possa essere stabilita e fissata in modo tale da rientrare degli investimenti fatti per erogare i servizi di distribuzione dell’acqua. Votando SI, quindi, si impedisce che i prezzi possano subire variazioni per ottenere profitto dall’erogazione dell’acqua. Questi profitti sono stabiliti per il 7%, ma a fronte di essi la legge non impone alcun miglioramento della qualità. Votando NO si acconsente che il gestore applichi una tariffa tale da ottenere profitto sull’erogazione dell’acqua, in modo non legato all’effettivo servizio ma alle necessità di rientrare del capitale investito.

Qualunque sia la vostra opinione, è importante che il 12 e 13 giugno andiate a votare e che facciate sentire la vostra voce. L’autore ritiene che l’acqua sia un bene pubblico irrinunciabile e che sia di capitale importanza che non si pongano le condizioni perché il servizio di erogazione sia assoggettato alle regole di mercato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Redazionale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...