Sangue artificiale grazie alle staminali ? E’ possibile.


Torniamo ad occuparci di cellule staminali, un promettente filone di ricerca tanto fortemente ostacolato in Italia nell’ambito della ricerca scientifica, quanto trascurato dagli organi di informazione. Abbiamo trattato l’argomento a più riprese in LidiMatematici, riportando di volta in volta gli aggiornamenti più significativi sulla ricerca scientifica correlata.

Le cellule staminali, lo ricordiamo, sono cellule non ancora specializzate che possono essere innestate all’interno dei tessuti malati o degenerati per ricostruirli. Una cellula staminale prelevata da un embrione umano è in grado, potenzialmente, di trasformarsi in qualsiasi cellula nuova che, a mò di “toppa”, può riparare la parte lesa. La sperimentazione sulle staminali è fondamentale perché costituisce un importantissimo baluardo medicale contro le malattie degenerative dal forte impatto sulla qualità della vita, come il Parkinson, l’Alzheimer, la cecità, ischemie cerebrali, infarti e diversi tipi di tumore. La Chiesa Cattolica osteggia da sempre la ricerca sulle cellule staminali in nome della sacralità della vita, violata secondo le gerarchie ecclesiastiche perché le staminali sono prelevate da embrioni umani.

Già nel 2008 la ricerca sulle staminali aveva dimostrato la potenzialità di ricreare cellule del sangue, a partire da staminali embrionali umane. La ricerca originaria, coordinata da Robert Lanza e condotta da un team misto della Mayo Clinic di Rochester nel Minnesota e dell’Universita dell’Illinois di Chicago, aveva riportato risultati decisamente incoraggianti. Il team del Dott. Lanza era riuscito, tre anni orsono, ad indurre le cellule al processo di enucleazione, che consiste nel farne espellere il nucleo, in modo da controllare la riproduzione delle cellule tumorali, bloccandole. Questo articolo di NewScientist ne racconta gli interessanti dettagli.

Il 2 settembre scorso la rivista Blood ha pubblicato i risultati di una nuova ricerca che donano ulteriori speranze a quanti si ammalano di tumori del sangue, come la leucemia. Il team di Luc Douay, dell’Università Pierre and Marie Curie  di Parigi, è stato in grado di riprodurre una coltura di globuli rossi artificiali, generati ex-novo a partire da cellule staminali embrionali umane.

Nel breve resoconto pubblicato da Health Med News, si legge che la sperimentazione, condotta su cellule staminali umane, ha prodotto miliardi di globuli rossi e dimostrato che è possibile controllarne il processo di proliferazione fino a farle maturare in globuli rossi. I globuli rossi prodotti artificialmente in coltura sono stati iniettati in un paziente e, in circa quattro settimane, il tasso di sopravvivenza si è attestato tra il 41 ed il 63%. Un risultato assolutamente comparabile alla sopravvivenza media dei globuli rossi endogeni, cioé generati dallo stesso corpo umano.

Secondo Luc Douay, “è un passo in avanti notevole in medicina trasfusionale” che, potenzialmente “potrebbe fornire un numero illimitato di globuli rossi, da applicare come prodoto alternativo di trasfusione“. E, aggiungiamo noi, che regala una ulteriore speranza ai pazienti che si trovano ad affrontare le malattie tumorali del sangue, con inenarrabili sofferenze.

La sperimentazione, ovviamente, prosegue. Al solito, è sempre più difficile che il muro di silenzio intorno alla ricerca sia squarciato e che l’opinione pubblica venga correttamente informata. Una sicura fonte di lavoro per noi blogger.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scienza oggi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sangue artificiale grazie alle staminali ? E’ possibile.

  1. Giampiero Bernardini ha detto:

    C’è un’imprecisione: la Chiesa cattolica non è contraria alla ricerca sulle cellule staminali in quanto tale, ma alla ricerca sulle cellule staminali ottenute da embrioni umani. Inoltre occorre precisare che le cellule staminali non si ottengono solo da tessuti embrionali ma anche da altri tessuti, ad esempio il cordone ombelicale o il midollo osseo. Le ricerche sulle cellule staminali non embrionali sono avanzate e stanno dando buoni risultati anche in Italia. Sul fronte delle staminali embrionali si sono registrate anche truffe clamorose, come lo studioso coreano (quello a cui voleva ricorrere anche Ambrogio Fogar) che poi fu costretto ad ammettere di avere “barato” per ottenere finanziamenti. Anche la ricerda è subordinata ai grandi interessi delle multinazionali. Come nel caso degli alimenti OGM.

  2. Pingback: Ricostruite cellule di sinapsi da staminali umane. La ricerca dell’Università di Cambridge. | LidiMatematici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...